La carica di Alessio Infante: “Iconacasa permette ai giovani di realizzarsi”

Giovane, ma già sicuro di sé e pronto a trascinare il proprio team verso l’obiettivo. Alessio Infante è uno dei volti nuovi del franchising in Puglia dove lo scorso anno ha aperto  l’ufficio di Torremaggiore. Il segreto per raggiungere il successo? Creare un ambiente motivazionale, fatto di legami veri e sinceri che vanno al di là del semplice rapporto titolare-dipendente. Il suo hobby? Passare il tempo con la propria famiglia!

Parliamo di te: chi eri prima di entrare nel franchising? Quando e come hai conosciuto Iconacasa?

"Ero un ragazzo alla ricerca della propria strada e dopo essermi cimentato in diversi contesti lavorativi senza mai sentirmi davvero nel posto giusto, ho conosciuto questa azienda che mi ha letteralmente cambiato la vita. Sì, mi sono sentito finalmente a Casa! È stato il componente del Gruppo Sviluppo Sante delle Vergini ad aprirmi le porte di questa nuova realtà, a lui posso solo dire grazie!”

Cosa ti ha convinto a entrare in Iconacasa? Cosa ti fa dire oggi “sì, ho fatto la scelta giusta?”

“Ho capito subito che Iconacasa è una realtà che da la possibilità ai giovani come me non solo di sviluppare le proprie capacità, ma anche di realizzarsi come professionisti e crearsi un futuro seguendo i valori dell’azienda. Ho fatto la scelta giusta? Certo, perché sono già tante le soddisfazioni che mi sta dando la nuova apertura dell'ufficio di Torremaggiore. Abbiamo creato un team solido e compatto che ci porterà ad avere grandi risultati”.

"Ho capito subito che Iconacasa è una realtà che da la possibilità ai giovani di sviluppare le proprie capacità, ma anche di realizzarsi come professionisti e crearsi un futuro seguendo i valori dell’azienda".

C’è un episodio che ti è rimasto impresso da quando sei diventato Affiliato?
“In questi anni, partecipando ai tanti eventi aziendali, guardavo sempre con grande ammirazione i successi dei miei colleghi. Invece quest'anno sul palco della Convention c'ero io a ritirare con soddisfazione la targa della mia nuova apertura di Torremaggiore con i miei grandi colleghi e amici Sante delle Vergini e Domenico Ciollo. Quello è un momento che mi resterà per sempre nel cuore”.

 

 

Come giudichi il mercato immobiliare di Torremaggiore? Qual è la principale difficoltà sul territorio?
“Il mercato immobiliare di Torremaggiore inizialmente era molto sottovalutato rispetto al resto della provincia. Ma lavorandoci in prima persona, nonostante le difficoltà legate ai radicati pregiudizi e tabù che ci sono sul territorio, ho capito che invece è un mercato molto attivo e prospero. Le occasioni ci sono, ma bisogna saperle cogliere”.

Qual è la strategia giusta per raggiungere gli obiettivi in ufficio? Quali sono le armi in più di Iconacasa per superare la concorrenza?
“Penso che il segreto sia creare un ambiente motivazionale all’interno del proprio ufficio, fatto di legami veri e sinceri che vanno al di là del semplice rapporto titolare-dipendente. I nostri punti di forza? Sicuramente i valori aziendali, poi l’avere a disposizione un team giovane con grande voglia di lavorare. Tutto questo ci permette di uscire ogni giorno dall’ufficio con grande determinazione per trovare le occasioni senza aspettare che siano loro a venire da noi”.

"Il segreto per raggiungere gli obiettivi è creare un ambiente motivazionale all’interno del proprio ufficio, fatto di legami veri e sinceri che vanno al di là del semplice rapporto titolare-dipendente".

Adesso parliamo un po’ di futuro: quali sono i tuoi progetti a breve ma anche a lungo termine? Hai in mente nuove aperture in futuro? 
“Al momento sono concentrato sul mio progetto principale che riguarda l’agenzia di Torremaggiore. L’obiettivo è quello di far sviluppare e consolidare il mio ufficio e ovviamente permettere ai giovani del mio team di crescere e realizzarsi. Successivamente potrò proiettarmi verso nuove aperture, però sempre all’interno della mia area”.

Per l’ultima domanda possiamo lasciare il lavoro da parte: chi sei fuori dall’ufficio? Quali sono i tuoi hobby e le tue passioni nella vita privata?
“Fuori dall'ufficio sono semplicemente un padre e un marito. La mia prima passione è rappresentata dalla mia famiglia: passare del tempo con loro è il mio hobby più bello ed è grazie a loro che trovo ogni giorno gli stimoli per non arrendermi mai e pensare sempre più in grande”. 

 

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS