Vacanze finite: 5 consigli per evitare lo stress da rientro in ufficio

  • Pubblicato in Salute

Per molti lavoratori il ritorno dalle vacanze estive può essere davvero traumatico: può portare stress, ansia e nervosismo.

L'estate sta finendo, e anche le ferie volgono al termine. Per molti lavoratori, però, il ritorno dalle vacanze estive può essere davvero traumatico. Nelle settimane lontane dall'ufficio, infatti, cambiano abitudini e stili di vita: i tempi sembrano allungarsi, si dorme di più, ci si rilassa, si passa molto tempo fuori casa. Il rientro alla routine quotidiana può portare ad un aumento dello stress, che si manifesta in mancanza di concentrazione, ansia e nervosismo, spossatezza e leggera depressione.

Come evitare tutto questo? Ovviamente ogni persona è diversa e reagisce in maniera differente al ritorno del lavoro. Ma si possono individuare una serie consigli o buone abitudini che aiutano a limitare lo stress e rimettersi in carreggiata.

1 - Concedersi del tempo all’aria aperta

In spiaggia o in montagna, durante le vacanze il corpo si è abituato alla luce del sole e la luce artificiale dell’ufficio o di casa può causare stress. Concedetevi molte pause all’aria aperta, saranno sufficienti quindici minuti ogni due ore per far abituare gradualmente il vostro organismo al cambiamento. Inoltre sono importanti le attività extra quotidiane per aiutare corpo e mente a rilassarsi e trovare nuovi svaghi. L’orticoltura e il giardinaggio, per esempio, sono ormai considerate vere e proprie attività terapeutiche. 

2 - Un’alimentazione sana

Lo zucchero è fondamentale per il cervello: ha bisogno di carboidrati semplici, come possono essere frutta, yogurt e latte, e di carboidrati complessi, come pasta, pane e cereali. Durante le vacanze le regole base di un’alimentazione corretta possono essere sfuggite di mano, settembre è il momento giusto per riprenderle e donare nuova energia al proprio corpo.

3 - Organizzare lo spazio, aumentare la produttività

Prima di tornare alla scrivania e iniziare a lavorare a 360° gradi, prendetevi del tempo per riorganizzare lo spazio. Un nuovo ambiente ordinato e pulito aumenta la produttività e l’efficienza.  

4 - Fare sport

Potrà sembrare assurdo ma durante le vacanze il corpo si è abituato a un’attività fisica diversa da quella del quotidiano. L’organismo si è infatti dimenticato delle otto ore in ufficio e potreste cogliere l’occasione per non fargli dimenticare anche quest’anno cosa significa fare sport: iniziate nuove attività come il jogging, lo yoga o il nuoto, aiuteranno il corpo a ritrovare energie e la mente troverà nuovo benessere. Se la giornata è già piena di impegni, approfittate del bel tempo per andare al lavoro in bici. 

5 - Programmare un altro viaggio

Le persone che programmano le vacanze sono più felici di quelle che non le programmano. Il solo pensare a un’altra vacanza, all’organizzazione di un weekend fuori porta o a qualsiasi attività che abbia come obiettivo il relax stimola il rilascio di dopamina, l’ormone dell’euforia che dona subito una sensazione di piacere. 

Leggi tutto...

Estate al mare: cinque consigli per arredare la casa delle vacanze

Anche se il tempo fa i "capricci", l'estate si avvicina ed è il momento di arredare la propria casa al mare.

L'estate è alle porte ed è quindi arrivato il momento di pensare ad arredare la vostra casa al mare. L’errore più comune è quello di sottovalutare la cosa pensando che l'importante è godersi le ferie in totale relax, ma non è esattamente così. Per goderti al massimo la tua casa al mare, devi creare un ambiente confortevole e riposante, arredandola con i giusti accorgimenti, magari pensando in anticipo per non arrivare ad agosto impreparati.

Un aspetto fondamentale è ovviamente quello del colore: bisogna trasmettere l’idea di tranquillità e serenità con un richiamo ai colori del mare e della spiaggia. Parliamo quindi di tonalità chiare e riposanti, in particolare dell'azzurr che crea un effetto elegante, soprattutto se usato in contrasto con il bianco, che rende luminoso ogni ambiente. Anche l’avorio, il sabbia e le sfumature del legno sono colori perfetti per arredare la casa al mare, dipingere le pareti interne con colori chiari, dal bianco puro al panna, permette di sbizzarrirsi con decorazioni e complementi d’arredo. Per un tocco originale puoi usare colori freschi come il giallo o il verde lime, anche l’arancione purché in modo non eccessivo

Per darti in ogni momento una sensazione riposante, la casa al mare deve essere sempre curata e per questo ti consigliamo di renderla anche pratica: se sei in prossimità di spiagge sabbiose, per esempio, meglio prediligere mobili con i piedi per avere facilità nel pulire tutti i granelli che inevitabilmente finiscono sul pavimento. Sono sempre preferibili mobili chiari e usa accessori dalle tinte pastello per dare ad ogni stanza luminosità e l’illusione che gli spazi siano più ampi. Puntando su complementi d’arredo semplici, potrai arredare la tua casa del mare in modo elegante ma funzionale.

Per completare un’atmosfera riposante e accogliente bisogna scegliere con cura i tessuti per i rivestimenti: cuscini, divani, tovaglie e tende devono poter ricordare il paesaggio marino e donare possibilmente continuità agli ambienti. La scelta migliora dovrebbe ricadere su tessuti naturali o poco lavorati come cotone, lino, canapa, iuta e scegli una tinta unita o una fantasia a seconda del tuo gusto. 

Ovviamente anche gli accessori hanno un loro peso. Puoi arricchire la casa con oggetti fai da te, creando decorazioni fatte con materiali presi in riva al mare come sabbia, ciottoli e conchiglie o recuperando oggetti di legno come dei vecchi remi da appendere alle pareti. Un’alternativa è quella di arricchire l’ambiente con elementi di contrasto come oggetti che ricordano imbarcazioni, timoni, nodi, salvagente o stelle marine.

Se sei fortunato ed hai un ampio giardino, allora pranzi e soprattutto la cena quando il sole concede una tregua possono essere organizzati all'aperto: puoi divertirti arredandolo con tavoli e sedie in rattan, ombrelloni o piccoli gazebo per creare zone d’ombra e naturalmente non può certo mancare un'amaca per i momenti di riposo. 

Leggi tutto...

Lonely Planet vota Puglia: Bari unica città italiana nella top ten delle vacanze estive

La prestigiosa guida ha stilato un elenco delle località da visitare durante l'estate: il capoluogo pugliese è al quinto posto.

Il borgo antico, la buona cucina e la cultura: sono queste le tre principali caratteristiche che fanno di Bari una delle principali mete dell'estate del 2019. A dirlo è l'autorevole rivista Lonely Planet che ha di recente pubblicato una classifica delle 10 località che meritano di essere visitate nei prossimi mesi. «Sia che tu voglia vagare per le alte catene montuose o perdersi per le strade della città, i viaggiatori alla ricerca di ispirazione per una vacanza europea troveranno tutto ciò di cui hanno bisogno in questa lista»,

Una classifica prestigiosa stilata dagli esperti della guida, una specie di bibbia per ogni viaggiatore, che mette in fila i migliori posti da visitare in Europa nel 2019. Il capoluogo pugliese è al quinto posto: la destinazione è High Tatras, in Slovacchia. Seguono Madrid, la nuova Arctic Coast Way sull'inesplorata costa dell'Islanda del Nord, e la città di Erzegovina. Seguono Shetland, in Scozia, Lione, che ospiterà la Coppa del Mondo di calcio femminile a luglio, il Liechtenstein, che quest'anno festeggia i 300 anni di nazione sovrana, Vevey, in Svizzera, e la "regale" Istria.

"Precedentemente considerata solo come un porto freddo e operaio - si legge su Lonely Planet - Bari oggi è pervasa da un’energia e una carica nuove. L’eredità architettonica del capoluogo oggi è più accessibile che mai: importanti monumenti sono stati rinnovati e riaperti al pubblico, mentre la cucina tradizionale delle aree limitrofe è stata appassionatamente reinterpretata da chef lungimiranti".  

Gli esperti della rivista mettono sotto la lente d'ingrandimento soprattutto il borgo antico: "Rinvigorita grazie agli investimenti degli ultimi anni - è scritto sempre sul portale - il patrimonio di Bari Vecchia è incorniciato dall’orizzonte che si espande sul Mar Adriatico e da ampi viali che lo contengono a nord e a sud. Nascosto all’interno del groviglio dei vicoli della Città Vecchia e di piazze eleganti, si trova un insieme di architetture religiose che abbraccia più di mille anni di storia".

Una menzione speciale, ovviamente, viene dedicata alla cucina: "Plasmata dalle necessità economiche di sfruttare i prodotti locali di stagione, la cucina povera pugliese è servita orgogliosamente nei ristoranti a conduzione familiare sparsi per tutta Bari. Le tradizionali orecchiette, impasto rigorosamente senza uova, sono servite con un’innovativa gamma di sughi. Un’altra specialità di Bari è il riso, patate e cozze che può sembrare umile, ma è un piatto gustoso composto da questi tre ingredienti che vengono cotti e serviti nel piatto a strati". 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS