Fuga dalla città: ecco le provincie più convenienti per comprare casa In evidenza

Fuga dalla città: ecco le provincie più convenienti per comprare casa

Tra smartworking e nuove esigenze, molti italiani puntano ad acquistare casa lontano dalle grandi metropoli. Le province meno care al sud ma non solo.

Smartworking, timori per la pandemia e nuove esigenze abitative. Un mix che sta portando molti italiani a valutare di comprare casa non più nelle grandi città ma nei piccoli centri. E, a giudicare dal report del Centro Studi di Idealista, sono tante le province italiane che propongo prezzi molto convenienti, spesso sotto i mille euro, al centro-sud ma anche al nord.

Dopo il lockdown molte aziende hanno fatto solo parzialmente marcia indietro, preferendo una versione ibrida tra smartworking e lavoro in ufficio per sfruttarne i vantaggi in termini di sicurezza e non solo. Ne deriva che molti lavoratori adesso sono disponibili ad allontanarsi dalle grande metropoli. C'è poi il timore riguardo la pandemia che, fino all'arrivo del vaccino, tiene in pensiero molte famiglie: il contagio corre più facilmente nelle zone più densamente popolate. E infine ci sono le nuove esigenze degli italiani che durante il lockdown si sono accorti che sono meglio spazi ampi, giardini e balconi rispetto ai piccoli ma funzionali bilocali o monolocali.

Secondo i dati di Idealista, sono 21 le province italiane che hanno un prezzo medio di vendita al mq addirittura inferiore ai 1000 euro. Significa poter trovare appartamenti più spaziosi o addirittura ville con giardino a prezzi più bassi rispetto ai grandi centri urbani a prezzi non esorbitanti o addirittura convenienti. La provincia meno cara d’Italia è (a sorpresa) al nord: è Biella, con un prezzo medio delle case che si aggira attorno ai 650 euro. 

La regione meno cara è la Sicilia con 5 province con prezzi medi delle case al di sotto dei 1000 euro al mq: sono Caltanissetta (724,43 euro), Enna (835,27 euro), Agrigento (845,44 euro), Ragusa (905,29 euro) e Siracusa (980,63 euro). Quattro, invece, le province in Calabria: si tratta di Reggio Calabria (849,75 euro), Cosenza (861,91 euro), Crotone (963,05 euro) e Catanzaro (981,16 euro). In Puglia c'è Lecce (985,19 euro/mq)), in Campania Benevento (868,71 euro/mq) e Avellino (883,269 euro/mq). Nel Lazio ci sono Rieti (867,09 euro/mq) e Frosinone (858,82 euro/mq). 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 09 Ottobre 2020 07:57

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Torna in alto