Immobiliare, ecco il rimbalzo: boom di compravendite nel primo trimestre 2021 In evidenza

Immobiliare, ecco il rimbalzo: boom di compravendite nel primo trimestre 2021

La rilevazione trimestrale dell’Agenzia delle Entrate certifica il forte aumento di operazioni tra gennaio e marzo

In Italia è ripresa la corsa a comprare casa. Lo certificano i dati della consueta rilevazione trimestrale dell’Agenzia delle Entrate pubblicata da Il Sole 24 Ore: dopo un 2020 fortemente compromesso da Pandemia, restrizioni e conseguente crisi economica, il 2021 inizia con ottimi segnali positivi per il settore immobiliare.

Nel dettaglio, dal report emerge che nel primo trimestre 2021 le vendite di abitazioni in Italia sono aumentante del 38,6%. Il confronto non è del tutto imparziale considerando che il primo trimestre 2020 fu fortemente condizionato dal lockdown iniziato l'8 marzo, ma il dato è molto importante e trova ulteriore conferma nel confronto con 2 anni prima: +17% rispetto al primo trimestre 2019.

PICCOLI COMUNI AL TOP

La migliore performance di inizio anno la registrano i piccoli Comuni che riescono a fare meglio anche delle metropoli: l'aumento delle compravendite è del +43,3% con circa 33mila abitazioni compravendute in più rispetto al primo trimestre 2020 e quasi 19mila rispetto al primo trimestre del 2019. Sono questi i comuni che negli anni passati hanno risentito maggiormente della crisi immobiliare.

Questo dato si spiegherebbe in due modi: in primis, i piccoli comuni sono quelli che avevano più sofferto la crisi immobiliare degli ultimi anni. In secondo luogo, dopo il lockdown molti italiani hanno preferito cercare case più comode e immersa nel verde rispetto al "rumore" delle città.

IN CRESCITA ANCHE I MERCATI METROPOLITANI

Ma le grandi città si fanno comunque rispettare. Per questo segmento le compravendite risultano in aumento del 24,4% con 156mila abitazioni. Guida la classifica Genova che, in questo trimestre, registra il valore massimo di crescita degli scambi di abitazioni (+36,7%), Roma, Torino e Napoli vedono crescere le vendite del 30%, mentre Milano, Bologna e Firenze, segnano tassi più moderati +14,4%, +14,9%e +17,3% rispettivamente. A Palermo, che nel trimestre scorso aveva mostrato una sostanziale stabilità, le compravendite crescono quasi del 20%.

Ultima modifica ilVenerdì, 18 Giugno 2021 09:15

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Torna in alto