Richieste di prima casa +15%: "Sorpresa, l'immobiliare regge" In evidenza

Richieste di prima casa +15%: "Sorpresa, l'immobiliare regge"

In una intervista a "La Stampa", il presidente Fiaip Gian Battista Baccarini ha lanciato messaggi positivi per il mercato immobiliare italiano

“Sorpresa, l'immobiliare regge". A dirlo è il Presidente Fiaip Gian Battista Baccarini, pubblicata sul quotidiano “La Stampa”, in cui si focalizza l'attenzione sul comportamento del mercato immobiliare nella fase post lockdown. Dall'intervista emerge che gli indicatori del Real Estate non sono in picchiata e le famiglie italiane vogliono ancora comprare casa.

In base ai primi dati raccolti, la Federazione italiana agenti immobiliari professionali ha rilevato un aumento della domanda per quanto riguarda la prima casa: da metà maggio è cresciuta del 15% rispetto al periodo pre lockdown. Le più propense a comprare secondo una ricerca Nomisma, sono famiglie giovani (18-34 anni e 35-44 anni) con reddito stabile, ma — complici i tassi dei mutui favorevoli, ieri 1,33 — la richiesta arriva anche da nuclei in sofferenza per la pandemia.

Da questo si può dedurre che il mercato italiano sta tenendo botta o comunque reagendo bene all'inevitabile crisi innescata dall'epidemia. A cambiare quindi non è tanto l'intenzione di comprare quanto le esigenze: si cercano abitazioni più ampie, con terrazzo e studio per lo smart working. “Con l`isolamento, la casa ha acquisito un valore importante nella quotidianità e si delinea un nuovo modo di concepire gli spazi,” ha spiegato al quotidiano torinese Gian Battista Baccarini. 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 26 Giugno 2020 12:48
Torna in alto